Ehi, ripeti la frase:

“Quanto successo in più potrei avere

presentandomi più motivato del solito?”

 

Contratti a termine, lavori che durano pochi mesi, competenze emergenti: tutto sembra fare capire che quello che un lavoratore ha imparato con la propria esperienza valga solamente il tempo di un progettino, con una remunazione talvolta disincentivante.

Talvolta, quando si cerca lavoro o si lavora in una condizione frustrante, si è portati a pensare che a nessuno importa dell’impegno che ci hai messo e dell’esperienza acquisita a lavoro.

Bene, talvolta è solamente un problema di atteggiamento, questo ti voglio dire.

Seguimi.

Quanto successo in più potresti avere presentandoti preparato da subito?

Dai un’occhiata a questo libro, l’unico che ti suggerisce le strategie giuste:
Le competenze tecniche non ti mancano, sei una ragazza in gamba, sei un tecnico motivato.

Sei stato il primo del corso.

Eppure ti chiedi “Cosa potrei sapere fare di più, di meglio, per emergere, per essere riconfermato, per non avere più il timore di rimanere senza un’occupazione”.

Fai bene a chiedertelo, perchè ora come non mai emergere è la parola d’ordine nel mercato del lavoro.

Intanto, vediamo, potresti evitare le brutte figure, le ansie, l’effetto testa pesante da stress. Potresti finalmente sentirti più adeguato.

Potresti scappare da quell’abitudine sgradita, da quell’atteggiamento che già in passato ti ha creato tanti problemi, per fare un esempio.

E come? Posso assicurarti che alcune convinzioni relative al mondo del lavoro, molto radicate, bloccano tremendamente il potenziale di ogni persona, chi più chi meno. Queste convinzioni si affacciano nel momento del maggiore stress nella maggior parte degli individui. E che fanno?

Azzerano le potenzialità del lavoratore. Ad esempio, filtrano le comunicazioni tra pari e con i superiori. Ingenerano fraintendimenti fino a che non ti ritrovi nella routine negativa in cui eri nel lavoro precedente: malumore, poi frustrazione, poi voglia di andarsene a tutti i costi.

Ho isolato nove convinzioni che finiscono per determinare il successo di un percorso di inserimento e che perciò le chiamo “limitanti”.

Sono bombe a mano, dei veri “anti successo”. Muri mentali. Ostacoli. Creano la barriera tra te e gli altri, impedendo il crearsi di quanto di sano c’è nel lavoro ossia le relazioni autentiche, durature, reali. Quelle cose, che per confusione e ansia da cambiamento non riusciamo a goderci per mesi e mesi, logoradoci dentro e nel fisico.

Nella società del lavoro liquido, del lavoro da casa, del farsi conoscere, del personal branding,  è il caso di andare oltre le nove convinzioni, veri e propri ostacoli anti-successo.

 

 

Ti demoralizzano e addio possibilità di essere ricordati, addio ambiente di lavoro piacevole, addio esperienza lavorativa utile realmente.

Eppure queste convinzioni possono essere dapprima riconosciute, e poi eradicate, eliminate, debellate.

La società attuale, appunto, senza forma e sfuggente, come un liquido, non ammette vie di mezzo purtroppo: successo o …insoddisfazione.

Nel lavoro oggi occorre buttarsi, senza limiti nè barriere mentali nè scomodi “ostacoli”.

Cosa potresti ottenere:

  • il vantaggio rispetto ai tuoi colleghi, di conoscere l’unico sistema pubblicato in Italia per guidare il lavoratore nell’inserimento in azienda
  • maggiore soddisfazione nel rapporto con i tuoi pari, capi e colleghi a lavoro
  • conseguente aumento di chance del tuo successo.

Basta cliccare qui per accedere al programma con esercizi. Questo link ti porta sul sito web di Amazon in cui puoi accedere al programma, e ricorda che puoi scaricare il lettore Kindle su ogni tuo dispositivo!

Le basi del successo in totale privacy e senza terapie o coaching costosissimi

Nessuno ti fornirà mai un aiuto così concreto e così cruciale nei primi mesi di inserimento. A meno che tu non voglia assumere un consulente adatto allo scopo, come si fa per i grandi manager.

Qualcuno lo farà per te? Non penso proprio! Le aziende faticano a collocare nel nuovo posto di lavoro dirigenti e manager, figuriamoci impiegati e quadri intermedi.

Per questo ti invito a riflettere su questa opportunità unica, effettivamente irripetibile.

Cosa trovi in rete? Liste, formati, ma mai un programma unitario, razionale, che ti segua passo passo.

 

Ecco cosa otterrai!

  • Sostituire i blocchi del tuo approccio al lavoro con una visione più concreta delle problematiche di tutti i giorni.
  • Ridurre drasticamente i livelli di conflittualità a attorno a te, disinnescando e addirittura prevenendo gli scenari in cui di solito si creano litigiosità e rancore.
  • Potrai concentrarti sulla carriera ed ottenere finalmente il successo.
  • Potrai restare impresso positivamente ai potenziali datori di lavoro e committenti.
  • Ti orienterai ed inserirai in modo fluido, senza stress, dietro a situazioni che non ti serve affrontare.

Inutile stare lì a lamentarsi se stai anche tu attraversando il cambiamento: può capitare a tutti sentire il disagio di una fase di maggiore precarietà ed instabilità, eppure è essenziale reagire.

Però nessuno, nessuno lì fuori ti dice come affrontare la situazione.

Basta cliccare qui per accedere al programma con esercizi.

A chi non è adatto il programma

Il programma non è adatto e:

  • A chi ama il rischio: “o la va o la spacca”, nel lavoro, quando si parla di portafogli, come in ogni ambito della vita.
  • A chi non ha nulla da perdere: sei ricco sfondato, dalla nascita, e non ti serve essere soddisfatto del tuo lavoro.
  • A chi sta bene ricominciare sempre, per poi stancarsi e cercare altro.
  • Ai nostalgici del tempo che fu, degli anni ’80, dei tempi di “quando eravamo ricchi”.
  • A chi sente di non avere alcuna competenza da rivendere, proprio nessuna.
  • A chi ha rinunciato a centrare i propri obiettivi lavorativi e che non reputa utile migliorarsi.

A chi è adatto il programma

Il programma è particolarmente utile:

  • Se stai affrontando l’inserimento in un ambiente di lavoro e trovi il periodo particolarmente duro.
  • Se provieni da un ambito lavorativo e sei stato catapultato in un team diverso, in un nuovo gruppo di lavoro, e magari anche in una città differente.
  • Se non lavori da mesi e stai per iniziare un nuovo lavoro al quale non puoi rinunciare.
  • Se hai un desiderio folle di metterti in luce, di mostrare il tuo valore, e concretamente  dimostrare di cosa sei capace.
  • Se devi farcela, perché questo periodo di prova a lavoro devi superarlo o sarà difficile riciclarti fuori di lì, men che meno su due piedi.
  • Se hai capito che prima ti ambienti, prima ti connetti con il gruppo ed i colleghi e prima riesci a dedicarti alle attività tecniche e di apprendimento del metodo per bruciare le tappe della tua desiderata carriera.
  • Se dai valore a questo lavoro nuovo, all’ opportunità che stai attraversando e non puoi farti sfuggire l’occasione.
  • Se hai un’ansia tremenda, perchè stai vivendo un cambiamento inatteso, magari non voluto, e che in qualche maniera stai cercando una soluzione, un metodo per portare a casa comunque un risultato da questa nuova strada che dovrai percorrere.

 

 

 

C’è un’altra buona notizia!

Hai voglia di capire le informazioni chiave che servono

per ambientarti in 2 mesi ?

Sì, 2 mesi, ossia molto meno tempo dei tipici 10-12 mesi

Due mesi di ambientamento significa iniziare a costruire la carriera sin dal primo giorno di lavoro.

Significa capire e iniziare ad applicare da subito quei meccanismi che i solito si impiegano 1 o 2 anni a mettere assieme consapevolmente.

Seguire il programma di lezioni ed eservcizi vuol dire disporre degli stumenti necessari per capire il contesto lavorativo di riferimento, cominciare a stringere relazioni lavorative proficue, basate su integrità e rispetto.

Essere ricordati, essere menzionati. Questo è indispensabile oramai.

Si parla di imparare ad emergere, a mettere in evidenza la propria competenza, in maniera FINALMENTE efficace.

Quante volte hai detto:

“Eh, se avessi agito così anzichè cosà forse a quest’ora avrei fatto carriera!”.

Ecco, vuoi migliorarti? Sei nel posto giusto.

Pensi ancora che nel mondo del lavoro liquido, esista un solo individuo che possa permettersi di non sapersi porre e comportare in una qualsiasi attività lavorativa.

Basta cliccare qui per accedere al programma con esercizi.

Questo link ti porta sul sito web di Amazon in cui puoi accedere al programma, e ricorda che puoi scaricare il lettore Kindle su ogni tuo dispositivo!

var trackcmp_email = ''; var trackcmp = document.createElement("script"); trackcmp.async = true; trackcmp.type = 'text/javascript'; trackcmp.src = '//trackcmp.net/visit?actid=999843548&e='+encodeURIComponent(trackcmp_email)+'&r='+encodeURIComponent(document.referrer)+'&u='+encodeURIComponent(window.location.href); var trackcmp_s = document.getElementsByTagName("script"); if (trackcmp_s.length) { trackcmp_s[0].parentNode.appendChild(trackcmp); } else { var trackcmp_h = document.getElementsByTagName("head"); trackcmp_h.length && trackcmp_h[0].appendChild(trackcmp); } "/>
Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco