Primo giorno di lavoro: come essere produttivi il prima possibile?

Per chi è interessato a fare carriera, e comunque a mantenere il posto di lavoro appena conquistato, è finita l’epoca in cui il datore di lavoro ci dava qualche giorno di tempo per ambientarci ed iniziare ad essere produttivi: costo del lavoro (vedi super tasse), concorrenza, rapidità di svolgimento di task e progetti, automazione, e nuove forme di reclutamento han fatto sì che il rendimento debba essere elevato da subito, almeno per il nuovo arrivato che voglia assicurarsi rinnovi contrattuali.

Questi eventi hanno anche fatto crescere il livello di ansie che il lavoratore deve gestire.

Ti propongo ben nove scorciatoie utili per essere produttivo sin dal primo giorno di lavoro utili, giusto per dare un’occhiata a come certi tipetti si ritrovano sempre con il lavoro bello e concluso.

Si tratta di semplici cambiamenti inerenti piccole parti del tuo stile di vita che potrebbero aiutarti ad essere più produttivi da domani.

Non devi cambiare personalità, anzi! Evitando scocciature avrai più tempo per te.

Si tratta piuttosto di migliorare ed imparare ad essere più organizzato facendo leva su un’attitudine vintage ossia l’autodisciplina.

Se state cercando modi per rimanere motivati ​​con le cose da fare concluse continuate a leggere. L’editorialista Elizabeth Enochs ci fornisce 9 interessanti dritte.

Imposta una tua sorta di “uniforme di lavoro” invece di scegliere nuovi abiti ogni mattina

La moda è letteralmente un’espressione di libertà individuale, perciò l’ultima cosa che voglio fare è dire ad altri come vestirsi. Detto questo, ho scoperto che mettere assieme capi ben accostati, già scelti intonati tra loro, per comporre una “uniforme di lavoro” in uso durante la sola settimana mi risparmia un mare di tempo ed un inutile stress.

Usa i capi che reputi più opportuni al posto in cui lavori ed alla immagine che costantemente vuoi dare di te. Dopo di che scegli tu i colori, i modelli e le stoffe.

Utilizzare un journal bullet invece di un’agenda – diario

Un bullet journal non è altro che un unico quaderno semplice a righe – o vuoto – che funge da calendario, da lista to-do, da schizzi, da diario e contenente qualsiasi altro bisogno.

Diversamente dai pianificatori di giornata e dalle applicazioni di calendario, il journaling bullet è il sistema organizzativo più diffuso negli States ed anche in Italia sta prendendo piede, soprattutto perché non c’è un modo sbagliato per farlo.

Sebbene non vi sia un unico sistema per annotare task, obiettivi, disegni, idee, creazioni, desideri, è pur vero che annotando tutto ciò nello stesso luogo, comporterà:

  1. Risparmio di tempo nel consultare diverse applicazioni ogni giorno,
  2. Personalizzazione,
  3. Visione d’insieme.

Utilizza una sveglia “old style” invece del telefonino

Sebbene potrebbe sembrare pratico utilizzare lo smartphone come sveglia, non è certamente l’ideale per la tua produttività o la riduzione dei livelli di stress.

Hai bisogno di riposo di qualità per essere più organizzato e quindi più felice.

Notifiche e vibrazioni possono disturbare durante la notte.

Da non sottovalutare inoltre che, se utilizzi il tuo telefono come sveglia, hai più probabilità di giacere a letto, perdere tempo e scorrere i social network come Facebook ed Instagram, che è solo il modo meno produttivo per iniziare la tua giornata.

Ti consiglio di installare un’applicazione che escluda dal tuo computer il sito social che maggiormente ti toglie tempo ed attenzione al momento: sembrano azioni che durano poco ma sono ore settimanali che se ne vanno.

Prendi piccole pause invece di una grande

Può sembrare che lavorare per cinque ore dritto sia più produttivo che prendere una pausa di 10 minuti ogni ora, eppure secondo la scienza, ciò non è affatto verificato.

Gli studi dimostrano che le brevi pause – gli “stacchi” – possono effettivamente migliorare la messa a fuoco.

Quindi se riesci a gestire il tuo tempo, prova ad prendere una pausa di 10 minuti ogni ora.

Lo sai che chi fa carriera, non è sempre chino al tavolo di lavoro? Basta essere sicuri di usare il tempo per qualcosa di realmente distraente (che non siano il telefono o i social): una passeggiata, mangiare uno spuntino di verdure.

Una strategia del genere non è molto ben vista in organizzazioni di antico stampo. Quelle, per intenderci,  in cui conta più il tempo trascorso seduto alla postazione che la vera e propria produttività.

Può essere difficile introdure tale metodo in certe aziende senza essere valutati in maniera poco benevola dai capi della vecchia scuola, sin dal primo giorno di lavoro.

Fare attività fisica al mattino prima di lavorare

I benefici per la salute dell’esercizio al mattino sono numerosi ed è stato dimostrato che l’esercizio fisico regolare può aumentare la ritenzione della memoria e aumentare la produttività. Quindi, organizzati: scegli di seguire una classe di ballo mattutina, o di portare il tuo cane per una passeggiata di mattina presto.

L’importante è fare esercizio per prima cosa ogni mattina.

Il tuo corpo e il tuo cervello ti ringrazieranno.

Professionisti e manager di successo hanno costruito iniziative importanti ed intere carriere sfruttando al massimo le prime ore del mattino, utili per molteplici attività.

Svolgere un paio di check-in al giorno sulla posta elettronica anzichè controllare le email sporadicamente

Si dice che dovremmo essere raggiungibili al 100 per cento del tempo, soprattutto durante le ore di lavoro.

Eppure rimanere sempre “connessi” è distraente.

In più, è anche stressante e riduce il rendimento.

Se ti trovi a controllare la tua casella di posta ogni ora, probabilmente devi impostare alcuni limiti, prima di tutto a te stesso. Prova a designare tre check-in di posta elettronica ogni giorno in alternativa all’accedere ogni volta che ci pensi.

Il primo giorno di lavoro ti serve a capire il contesto e il periodo di ambientamento sarà eterno se ti chiudi nella lettura delle email.

Piuttosto organizzati appuntamenti di lavoro per allargare il campo di conoscenze e inserirti prima di altri in ambiti aziendali interessani per te.

Fai tutto quello che puoi fare in due minuti invece di aspettare “il momento giusto”

Se qualche attività lavorativa può essere realizzata in due minuti o meno – sia che si tratti di rispondere ad una rapida email o di effettuare una telefonata veloce – semplicemente agisci. Non procastinare.

I piccoli compiti esistono, e non c’è davvero alcun motivo per fare attendere, soprattutto al primo giorno di lavoro. Ad esempio approfitta per verificare i documenti che ti sono stati consegnati e che hai sottoscritto per l’assunzione.

Non abusare di caffè (e nè di sigarette)

Amiamo il caffè, e alcuni studi dicono che il caffè può realmente far vivere più persone.

È pur vero che il caffè può innescare l’ansia, che è l’ultima cosa di cui avete bisogno nella corsa a rispettare la scadenza o finire il tuo lavoro prima dell’ora di uscita.

Per evitare molte pause, ho equipaggiato la scrivania con acqua, caffettiera americana valida anche per preparare il tè, infusi e bustine di integratori: quando vado di corsa, ho i miei momenti di reintegrazione di energia, caffeina e sali minerali, favorendo un clima amichevole e senza lunghe pause alla macchinetta.

Inoltre, la persona che è sempre al caffè o alla pausa-sigaretta (laddove tollerata) trasmette uno strano senso di “dipendenza” da qualche fattore esterno. Questa caratteristica nuoce alla reputazione ed alla propria immagine professionale essere catalogati come fumatori assidui.

Dite “no” a volte anziché dire sempre “sì”

Se potete ragionevolmente e rispettosamente dire “no” ad un compito, o addirittura delegarlo a qualcuno che potrebbe essere più qualificato, optate per questa soluzione.

Sappiamo tutti che “no” può essere difficile, soprattutto se si vuole impressionare il tuo capo, ma è pur vero che assumersi sempre più compiti quando sei già sopraffatto, non ti aiuterà in alcun modo. E sicuramente non aiuterà la produttività e la reputazione sia verso i colleghi e sia verso il management.

Chi fa carriera non dice sempre di sì a tutto e sa gestire un processo negoziando le condizioni, anche con il capo.

Non importa se il tuo lavoro sia a tempo determinato, sia una consulenza o sia a tempo indeterminato, perchè il lavoro sta diventando un qualcosa di sempre più liquido, indefinibile.

Seguendo i consigli del kit del neoassunto potrai inserirti alla grande ed avere maggiori chance di essere richiamato, anche divertendoti a lavoro un poco di più.

Ehi, la tua opinione conta!

La tua email non sarà pubblicata.

var trackcmp_email = ''; var trackcmp = document.createElement("script"); trackcmp.async = true; trackcmp.type = 'text/javascript'; trackcmp.src = '//trackcmp.net/visit?actid=999843548&e='+encodeURIComponent(trackcmp_email)+'&r='+encodeURIComponent(document.referrer)+'&u='+encodeURIComponent(window.location.href); var trackcmp_s = document.getElementsByTagName("script"); if (trackcmp_s.length) { trackcmp_s[0].parentNode.appendChild(trackcmp); } else { var trackcmp_h = document.getElementsByTagName("head"); trackcmp_h.length && trackcmp_h[0].appendChild(trackcmp); } "/>
Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco